Amazon Prime

Amazon Prime

In questa storia voglio raccontare del servizi di Amazon Prime. Per chi non lo conoscesse Amazon Prime è il servizio a pagamento di Amazon che permette di ricevere, al prezzo di 9,90 euro all’anno, i prodotti di Amazon in 2 o massimo 3 giorni, garantito.

Ecco la descrizione del servizio, come esposta direttamente da Amazon:

“Prova Amazon Prime gratuitamente per 30 giorni: Spedizioni gratuite con consegna garantita entro 2-3 giorni lavorativi. Dettagli; Nessun minimo di acquisto.”

Curioso di provare questa intrigante funzionalità di Amazon, e deciso a comprare una sedia ergonomica per la mia cervicale, ho pensato bene di approfittare di questo servizio, gratuito per un mese, e farmi arrivare la sedia entro 2 o 3 giorni garantiti.

Putroppo per me, e per la mia schiena, così non è stato. Pensando infatti di ricevere la sedia per il weekend, così da poter lavorare da casa senza problemi, ho acquistato e ordinato la mia sedia il 9 settembre.

amazon prime acquisto sedia ergonomica

Contento di ricevere la mia sedia entro venerdì, quindi, ho detto al portiere del mio palazzo, disponibile fino alle 13.00, di aspettare il pacco per me nel caso arrivasse di mattina, mentre io ero al lavoro. Venerdì alle 12.40 ero nel mio edificio, tutto contento di poter finalmente scartare il pacco della mia sedia ergonomica, e poterlo utilizzare quindi nel weekend. Ma così non è stato. Con mio forte sgomento, la sedia ancora non era arrivata.

Quindi chiedo un permesso al lavoro, lavorando da casa nel pomeriggio, almeno fino a quando non sarebbe arrivata la sedia. Un e-commerce come Amazon, pensavo, soprattutto con un servizio a pagamento come Amazon Prime, avrebbe sicuramente mantenuto la sua promessa consegnando il pacco entro le 20.00.

Quindi mi metto al pc e lavoro da casa, ansioso di ricevere presto la mia sedia. Ecco subito scoccare le 16.00, poi le 17.00, mentre io ancora lì seduto sulla mia vecchia sedia di legno, tra schiena curva e cervicale alle porte. Alle 17.20, finalmente, mi decido a chiamare l’assistenza al cliente di Amazon.

Con un servizio al cliente molto cortese e cordiale, devo riconoscere, la signorina al telefono mi ha confermato che avrei ricevuto il prodotto entro le 18. Ecco la sua email.

Email dal servizio clienti di Amazon

Dopo la nostra piacevole conversazione, quindi, a quanto risponde la gentile centralinista, il mio ordine sarà recapitato da UPS entro le 18.00 di oggi, venerdì 12 settembre 2014.

Ero così contento della risposta che quasi non ci stavo più nella pelle. Mi sentivo come un bambino che riceve in regalo un videogioco della playstation, e non vede l’ora di provarlo. Purtroppo che questo ordine era per la mia artrosi cervicale, ma questi sono soltanto dettagli.

Eccomi quindi ancora ad aspettare per il mio pacco, fino a quando, un po’ prima delle diciotto, decido di chiamare direttamente UPS, per chiedere del mio pacco in giacenza, che, secondo Amazon, era in transito nella loro filiale.

La poco gentile signora di UPS mi ha risposto che, purtroppo, non avrebbero potuto consegnare il pacco entro venerdì alle 18 e 30 (orario in cui il loro servizio sarebbe cessato). Mi ha inoltre informato che il sabato mattina (giorno in cui UPS comunque lavora) non sarebbe nemmeno stato possibile consegnare il mio ordine, in quanto era soltanto nelle zone servite, ovvero per i clienti che avevano pagato un extra per il servizio di spedizione il sabato.

Ma Amazon Prime non è un servizio extra? Non è un servizio aggiuntivo che costa un extra (di quasi 10 euro all’anno) a chi ne usufruisce?

Ecco quindi che la mia gioia e contentezza infantile si tramuta sempre più in tristezza, sconforto, e quasi arrabbiatura. Contatto ancora il servizio al cliente di Amazon, questa volta oltre le 18..30, quindi quando ormai UPS già non consegna più, portando alle stelle la mia disillusione.

Resto ancora però con la speranza che un colosso come Amazon ha pagato per il servizio di trasporto il sabato, con UPS, soprattutto per un servizio a pagamento quale Amazon Prime.

Quindi richiamo il servizio al cliente di Amazon, al numero verde 800 628 805. Purtroppo Amazon non ha belle notizie per me. Il ragazzo che risponde non sa proprio cosa dirmi, dicendomi che avrebbe ricontattato UPS (senza però farmi avere novità sul mio ordine).

Ecco quindi che trovo una nuova email di Amazon, con la quale si scusano per il disservizio causato. Tanto che, per quanto è educata e cortese la loro email (ottimo lavoro del servizio di assistenza Amazon) perdono anche l’accaduto.

 

E mi rendo conto tra l’altro che, probabilmente, il disservizio maggiore è stato causato da UPS (che già da tempo ritengo essere un pessimo servizio di gestione trasporti).

Ma io, nonostante il disservizio causato (che mi costringe a dover chiedere un altro permesso al lavoro, in quanto non lavoro sempre da casa) lascio perdere e aspetto il pacco in arrivo per lunedì.

Amazon Assistenza Numero Verde Email

Comunque, nonostante la cortesia, cancellerò il servizio di Amazon Prime, in quanto non mi è sembrato un valore aggiunto, e per il quale non vorrei pagare un supplemento inutilmente.

L’unica domanda che a questo punto mi viene spontanea, e che vorrei fare ad Amazon, è questa: offrendo un servizio a pagamento come Amazon Prime, che garantisce la consegna in 2-3 giorni lavorativi, non potrebbero avere un ulteriore contratto con UPS che garantisce (per i clienti Amazon Prime) una spedizione anche il sabato mattina (ad un costo aggiuntivo come detto da UPS, ma ripagato comunque dai clienti Prime) nel caso di disguidi come il mio?

Ecco la domanda che inoltrerò ad Amazon, spero che potrà essere utile per fornire un migliore servizio ai nuovi clienti.

Condividi!

3 commenti

  1. di dovete rimborsare 5 19,99 per addebito fatto in più su amazon prime essendomi cancellata dopo 3 giorni vi prego di provvedere al rimborso velocemente altrimenti passerò le vostre cattive abitudini di spellare soldi ai clienti che hanno già annullato l’ISCRIZIONE CHE ERA GRATIS X 30GG e vi prego di togliere pure tutto quanto riguarda la mia persona perché non vi ritengo una ditta seria per le vendite online. Prego fare urgentemente rimborso e saluti bellucci grazia beatrice

  2. non mi servirò più di amazon perché ditta poco seria per vendite online

  3. anche noi siamo in attesa di ricevere un pacco da SDA, garantito per oggi 3 agosto 2017, ma nulla per ora…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *