la scopa gioco di carte

Scopa

La scopa è forse il gioco di carte più popolare e conosciuto in Italia. Si gioca con le carte napoletane, e le sue regole sono molto semplici. Di solito non è un gioco “a soldi”, ma ci si può comunque scommettere qualcosa.

Le regole del gioco di carte “La Scopa”

Le regole della scopa sono semplici. Intanto si gioca in 2 o in 4 giocatori (raramente anche in 3, bisogna però togliere una carta dal mazzo in modo che ne restino 39).

Si danno poi 3 carte coperte ad ogni giocatore, e se ne mettono 4 carte (scoperte) sul banco. A turno si lancia una carta. Lo scopo è quello di fare più punti possibile prendendo le carte dal banco con le proprie carte. Si possono prendere carte uguali (es. 5 prende il 5 etc.) oppure se la propria carta costituisce la somma di due o più carte presenti sul banco (ad esempio se ho un 9 in mano, che è il fante, posso prendere carte fino ad una somma esatta di 9, come 5 + 1 + 3).

Un’altra regola importante è che quando con una carta riesco a prendere tutte le carte presenti sul tavolo, in quel momento ho fatto una scopa. La scopa vale un punto, e si mette come carta separata rispetto alle altre carte prese, in modo da ricordarsi della scopa nel momento in cui si contano le carte e i punti.

Di solito a scopa si può arrivare a 5, 7 o 11 punti. Chi arriva prima a questo numero di punti (stabilito prima di iniziare il gioco) ha vinto.

I punti della scopa

I punti della scopa sono diversi. Oltre alla scopa esistono infatti altri tipi di punti:

– Carte (ovvero chi, alla fine della partita, ha più carte, si prende il punto. Se le carte sono pari, cioè 20 e 20, il punto non va a nessuno);

– Denari (ovvero chi, alla fine della partita, ha più carte con il seme o segno a “denari”. Se le carte sono pari, cioè 5 denari a testa, il punto non va a nessuno);

– Settebello (è il sette di denari. Chi a fine partita ha questa carta guadagna un punto);

– Settanta (è un punto calcolato sulla somma di carte quali 6, 7 e 5. Si prendono massimo 4 carte di questo tipo, e chi ha il punteggio più alto prende il punto. Ad esempio, se io ho tre 7 e un 6, sicuramente prendo il punto, in quanto il 7 è la carta con il valore più alto per la settanta. E così via. Non si possono avere carte dello stesso seme / segno nella settanta, cioè se ho già un sette di mazze, non posso anche avere il sei di mazze nella mia settanta). La settanta è anche chiamata Primiera, e qui sono le regole per calcolarla.

– Scopa (come detto prima, la scopa si ottiene quando con la propria carta si prendono tutte le carte rimaste sul tavolo. Se ad esempio ho un 8 e sul banco sono solo 5 e 3, ho fatto una scopa, che vale un punto).

Questi sono i punti e le regole della scopa. E’ molto semplice giocarci, e farlo è come partecipare ad una biska di carte da gioco!

GIOCA GRATUITAMENTE A SCOPA MULTIPLAYER

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *