le iene paura di vivere

La Paura di Vivere

Viviamo in una nazione nella quale la paura sembra all’ordine del giorno. I media, i giornali, i telegiornali, e perfino i programmi “comici” o “d’attualità”, ci bombardano con messaggi di paura.

La gente perde il lavoro senza un motivo, ed ha paura. Ha paura di dire “no” al proprio capo, perché ha paura di perdere il lavoro. E ha paura di perdere il lavoro perché lo sente al telegiornale, in televisione, e si convince che non riuscirà a trovarne un altro.

C’erano le Iene l’altro giorno in TV, e mi hanno angosciato. Mi hanno angosciato come lo fa ogni telegiornale che guardo, quando lo guardo. Le persone continuano a fare satira politica. Continuano a parlare e sparlare dei politici. Sembra gossip di novella 2000 applicato alla politica.

E invece programmi quali le Iene (con Ilary Blasi) cercano di far luce su cosa? Sul nulla. Cercano anche questi di diffondere quella paura che tutti ormai hanno, sempre di più. La paura di vivere.

Ecco che finalmente vedi uno spiraglio in tutto questo. E lo trovi guardando dentro te stesso. Scoprendo tutto quello di te che non avresti mai ammesso, che non volevi ammettere a te stesso. Scopri le tue paure (quelle vere), le tue insicurezze, i tuoi punti deboli. E puoi lavorarci sopra per migliorarli.

Ma scopri anche le tue passioni, la tua forza repressa che nessuno ti ha mai detto nè mai ti dirà di avere. Se non, forse, alle scuole elementari (e nemmeno). Scopri che forse il lavoro che stai facendo non ti piace per nulla. E scopri che nel tuo tempo libero potresti fare qualcosa che ti piace davvero. E che col tempo potresti trasformare nel tuo nuovo lavoro.

Quindi non sempre bisogna guardare il telegiornale, la TV o i mass media (anche il nome, media di massa, per la massa, non è a caso), per restare informati. Tante volte è forse meglio guardare dentro se stessi, per trovare una nuova strada, una nuova via d’uscita da questa crisi globale dei valori e dell’individuo.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *