conoscenza di se

Che ti passa per la testa?

Che ti passa per la testa è il titolo per un articolo che vuole parlare del più e del meno. Oggi sono sempre più importanti i contenuti. I contenuti fatti bene. Ed è per questo che i contenuti devono essere utilizzati nella maniera migliore, al fine di continuare ad avere un traffico stabile al proprio sito web.

Ma è qui che uno si blocca e non scrive più come un robot, ma ragionando su quello che si vuole scrivere. Il problema è che, a volte, ragionando, viene il mal di testa. Ma quel mal di testa forte che non sai proprio come fare a farlo passare. Certo è che mal di testa, mal di schiena e cervicale sono strettamente collegati tra loro.

C’è una correlazione intrinseca che guida tutte le parti del nostro corpo, a partire dal cervello per arrivare poi da qualche altra parte. Ed è proprio qui che la vena creativa non dovrebbe farsi da parte, che invece di scrivere quattro parole su qualcosa che già si conosce, come un robot o un automa, si potrebbe scrivere su se stessi.

Ecco che scrivere su se stessi, pur se fa male alla testa, diventa un pretesto più che buono per conoscere se stessi. Cercando di conoscere me stesso, ad esempio, ho capito di essere molto di più di quello che pensassi.

A volte la società intorno a noi, gli amici, le donne, la famiglia e tutti quanti sembrano andarci contro. Sembrano venirci addosso con una forza bruta che ci scaraventa a terra. E’ in quei momenti che uno dovrebbe alzarsi, e scrivere un po’ su di sé. Capire se stesso e non fare più gli stessi errori di sempre.

Gli errori sono ottimi maestri di vita, e dovremmo ringraziare ogni volta che sbagliamo. Questi sbagli dovrebbero farci imparare, insegnarci a non sbagliare più

Soltanto noi conosciamo noi stessi, solo noi possiamo conoscere così bene noi stessi da non ripetere gli stessi errori, da andare avanti continuando sulla nostra strada. Una strada che soltanto noi stessi possiamo scegliere, che solo noi sappiamo qual è davvero la strada che vogliamo percorrere.

Io, ad esempio, la mia strada l’ho scoperta soltanto dopo un bel po’ di anni. L’ho scoperta quando ho iniziato a scrivere su di un blog. A scrivere su me stesso, su quello che imparavo, su quello che mi circondava. E ho capito che scrivere è una bella soluzione. Scrivere bene è tutta un’altra cosa, ma scrivere è ciò che porta tutti quei brutti pensieri fuori dalla tua testa, e ti fa iniziare a capire. Non a pensare, ma a capire. A conoscere te stesso dal più profondo.

Conosci quindi te stesso, e butta giù due righe di testo ogni volta che non sai proprio cosa scrivere, che non sai cosa ti passa per la testa.

Io ho iniziato con le canzoni. Ma le canzoni devono essere ragionate. La scrittura invece, quella si che viene di getto, che ti passa per la testa anche quando meno te l’aspetti. E che ti da sempre grandi soddisfazioni, se non altro perché ti aiuta a conoscere te stesso.

Condividi!

2 commenti

  1. Ho fatto un ordine un mese fa , ancora nulla . doveva arrivare dopo una settimana , io ho perso la fiducia vendita on-line sono tutti uguali ” furbi ” persone oneste , sono poche !!!!

    1. mannò Miriam 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *