le stelle

Le Stelle

Oggi con internet si regalano anche le stelle. Ma cosa sono in realtà le stelle? Le conosciamo davvero così bene come crediamo? Ecco alcuni miti sfatati ed alcune informazioni su queste magnifiche creazioni che vediamo la notte in cielo.

Innanzitutto c’è da dire che, nonostante le stelle in cielo appaiono come un insieme infinito di puntini, in realtà sono corpi molto più complessi di quanto crediamo. Nonostante siano molto lontane da noi, è stato comunque possibile suddividerle, già con gli antichi, in base alle stelle più luminose, per dare il nome alle costellazioni che oggi conosciamo.

Inoltre le stelle, al contrario di quanto pensano molti, si muovono così come si muovono i pianeti. Il movimento delle stelle risulta però impercettibile ad occhio nudo. Il motivo principale è che queste stelle sono così lontane da noi, distanti migliaia di anni luce, che il movimento sembra quasi inesistente. L’angolo di movimento, ad una distanza così elevata, sembra impercettibile.

Lo stesso vale per la luminosità. Ad esempio il Sole a noi sembra la stella più luminosa. Nonostante l’apparente elevata distanza (150 milioni di chilometri) il Sole una delle stelle più vicine a noi, soltanto 8 minuti luce. Quindi molte stelle che noi guardiamo e che emettono molta più luce del sole, sono per noi meno luminose perché ad una distanza maggiore dalla Terra.

Le stelle si distinguono l’una dall’altra per magnitudine, ovvero per luminosità. Si misurano in relazione allo zero, che è considerato come la luminosità della stella Vega, la più luminosa della costellazione della Lira, e la quinta più luminosa del cielo notturno, La magnitudine stellare ha poi numeri positivi e negativi, dove i negativi indicano una luminosità maggiore. La proporzione tra le stelle più e le meno luminose è di 1 a 500, quindi una stella di magnitudine 1 sarà 500 volte più luminosa di quelle dell’ultima classe (25).

Per ovviare al problema della distanza di cui si è parlato, si utilizza oggi la magnitudine assoluta, ovvero si considerano tutte le stelle come aventi la stessa distanza (stabilita in 10 parsec, o 32 anni luce) e si calcola la luminosità in questo modo.

Nel prossimo articolo si vedrà come calcolare la distanza di una stella.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *